NAVIGA IL SITO

Cavoletti di Bruxelles


Cavoletti di Bruxelles

Originario del Belgio, il cavolo di Bruxelles (Brassica oleracea var. gemmifera) viene coltivato soprattutto in Europa, in particolare in Inghilterra, Francia ed Olanda.

La struttura:
La pianta è biennale e presenta un fusto eretto, a volte di altezza superiore al metro; le foglie sono quasi tonde e portano, all'ascella, i cavoletti (in certi casi sono anche più di cento per pianta).
Questa varietà vegeta bene nelle zone caratterizzate da estate fresca e umida e da inverno mite.

Le varietà
Le coltivazioni si distinguono in base alla taglia, alla lunghezza del ciclo ed alla pezzatura dei cavoletti; tra le più interessanti ricordiamo Frigostar, Rampart, Sigmund, Lunet e Jade Cross.

Proprietà
Sotto il profilo nutrizionale, il cavolo di Bruxelles contiene buone percentuali di sali minerali (fosforo e ferro), carboidrati e proteine.

Ricette correlate:

 

Pulire i cavolini togliendo le foglie gialle o appassite e ritagliare l'eventuale eccesso di gambo. Lavarli e farli bollire 10 minuti in acqua poco salata. Sgocciolarli e senza lasciarli raffreddare porli in un tegame con sale, pepe e burro a... Continua »


Lavate e lessate i cavolini interi in acqua salata per un quarto d'ora. Sgocciolateli. In un tegame lasciate sciogliere il burro, quando è diventato dorato aggiungete i cavolini e fateli insaporire per alcuni minuti. Regolate sale e pepe.... Continua »


Lessate i cavolini in acqua salata per 5 minuti. Scolateli molto bene, adagiateli in un piatto da portata e teneteli in caldo. In un tegame scaldate una noce di burro con lo spicchio d'aglio, le mandorle e mescolando lasciatele dorare.... Continua »


Lessate i cavolini ben mondati in acqua salata per una decina di minuti, scolateli e teneteli da parte su un piatto caldo. In un tegame scaldate il burro e due cucchiai d'olio, rosolatevi la pancetta tagliata a dadini, aggiungete i cavolini,... Continua »