Questo sito contribuisce alla audience di

Salse e sughi

Cookaround

Harissa marocchina di media piccantezza

L'harissa o h'rissa è una salsa piccante di origini nordafricane utilizzata diffusamente nelle cucine che si affacciano sul Mediterraneo. L'Harissa è un condimento  che viene utilizzata sotto forma di salsa, e può essere più o meno piccante. Tra gli ingredienti  principali troviamo il peperoncino, il succo di limone, olio di oliva, sale, aglio e spezie particolari, in questo caso abbiamo aggiunto anche del peperone in modo da renderla meno piccante e pungente, adatta quindi anche ad un pubblico che non ama molto il piccante. In genere viene utilizzata per accompagnare i piatti di  carne, il cous cous o pietanze come le minestre. In Europa, nei negozi che vendono cibi etnici, si trova in barattolo, ma vi assicuriamo che non è difficile da fare preparandola con le vostre mani. Il peperoncino è un valido alleato per il nostro organismo, a patto di farne eccessivo uso sia chiaro. Il Peperoncino rosso fa parte della famiglia delle Solanacee, come la patata e il pomodoro, anche se sono morfologicamente molto diversi tra loro.Cresce in maniera annuale ed è stata importata in Europa dall'America grazie a Cristoforo Colombo che se ne innamorò letteralmente. Il peperoncino contiene buone quantità inoltre di vitamina C, vitamina PP, vitamina E, vitamina K, vitamina P, vitamina A, sali minerali come potassio, rame, ferro, ed è per questo che si può utilizzare spesso, è poi inoltre un buon vasodilatatore e aiuta a mantenere il battito cardiaco regolare. Ovviamente il suo sapore piccante non a tutti piace ed è per questo che vi invitiamo a provare questa versione meno aggressiva! Abbinatele ad un buon piatto di cous cous di pesce!

 

Harissa marocchina di media piccantezza

Dosi & Ingredienti

  • Dosi per 1 pezzi
  • Difficoltà bassa
  • Preparazione 15 min
  • Cottura 20 min
  • Costo basso
  • Reperibilità Alimenti media
  • AGGIUNGI AL TUO RICETTARIO
  • Peperoncino rosso piccante 1 kg
  • Peperone rosso 1
  • Succo di limone 250 ml
  • Limone confit 1
  • Sale raso - 1 cucchiaio da tavola
  • Olio extravergine d'oliva (EVO) 100 ml

Preparazione

  • 1

    Quando volete preparare l'harissa, come primissima cosa indossate due paia di guanti e per avere una sicurezza in più ungetevi le mani ed il primo strato di guanti con dell'olio extravergine d'oliva.

    Pulite i peperoncini piccanti rimuovendo il picciolo ed i semi.

  • 2

    Trasferite a questo punto i peperoncini pulite in un tritatutto e tritate finemente.

  • 3

    Nel frattempo pulite il peperone rosso, tagliatelo in pezzi, unitelo al tritatutto e continuate a tritare, finché il risultato non sarà una poltiglia.

  • 4

    Tagliate un limone confit a pezzi ed unite anch'esso al tritatutto; tritate un altro po'.

  • 5

    Trasferite il composto tritato in una pentola, accendete il fuoco e fate scaldare. Aggiungete l'olio extravergine d'oliva, il sale ed il succo di limone.

    Fate cuocere fino a che il composto non si sia asciugato.

  • 6

    Al termine della cottura decidete se preferite frullare il tutto per un risultato più omogeneo. Utilizzate l'harissa immediatamente o conservatela in barattoli coperta con dell'olio.

Consigli e curiosità

  • Dove è nata questa salsa?

    L'harissa è una salsa nata nel Nord Africa, in particolar modo in Marocco, a base di peperoncini rossi. In arabo significa pestato e si riconosce subito perché è di colore rosso vivo, ed ha un odore molto pungente.

    Quanto tempo si conserva l'harissa?

    Si può conservare per un mese in frigorifero, l'importante e che si ricopra di olio tutte le volte che ne si preleva una quantità.

    A quale piatto posso abbinarla?

    È ottima con il cous cous marocchino  o con il cous cous in agrodolce

Ricette su Harissa marocchina di media piccantezza

Harissa marocchina forte

Harissa marocchina forte

L'harissa o h'rissa è una salsa piccante di origini nordafricane utilizzata diffusamente nelle cucine che si affacciano sul Mediterraneo. Questa preparazione è una salsa tipica del Nordafrica e si è diffusa soprattutto in Tunisia, viene realizzata a base di peperoncino rosso fresco, aglio e a questi ingredienti si aggiunge dell'olio extravergine di oliva. Se la osserviamo bene ha la consistenza di una pasta, molto ma molto simile al concentrato di pomodoro per intenderci. Ma al sapore è tutt'altro che dolce come il pomodoro! L'harissa prevede ovviamente anche altri ingredienti tra cui annoveriamo: il coriandolo, o cumino, e a volte anche proprio il pomodoro. Il suo nome deriva dalla parola araba harasa che vuol dire ridurre in pasto, fare poltiglia, che da noi equivale a fare il pesto. Questa salsa è spesso usato come condimento ma anche proprio come ingrediente di una ricetta più elaborata. Se siete stati in Marocco o Tunisia, l'avrete sicuramente assaggiata con cous cous o per esempio con il kebab. Ed è talmente buona che oggi si trova facilmente anche qui in Italia, soprattutto nei ristoranti o negozi etnici dove si trova per lo più in barattolo o in tubetto! Ma volete mettere la soddisfazione di farla in casa con le nostre mani? Ecco se la pensate come noi, non perdete la ricetta che vi stiamo andando a proporre perché vale davvero la pena. Vi serviranno tanti peperoncini e il più è fatto! Aggiungendo delle olive ad esempio potete usarla anche sui crostini di pane biscottato per un delizioso aperitivo con gli amici.

In questo caso vi proponiamo una versione marocchina piuttosto piccante e aromatica, semplice da realizzare...sarà sufficiente dotarsi di peperoncini freschi e secchi piuttosto piccanti. Abbinatela alla pita per un sapore eccezionale!

Dosi & Ingredienti
  • Dosi per 1 pezzi
  • Difficoltà bassa
  • Preparazione 15 min
  • Cottura 20 min
  • Costo basso
  • Reperibilità Alimenti difficile
  • AGGIUNGI AL TUO RICETTARIO
  • Peperoncino rosso piccante 400 gr
  • Peperoncino rosso piccante secchi - 100 gr
  • Spicchio di aglio 2
  • Semi di cumino 1 cucchiaio da tè
  • Carvi (cumino dei prati) 1 cucchiaio da tè
  • Semi di coriandolo 1 cucchiaio da tè
  • Olio extravergine d'oliva (EVO) 100 ml
  • Sale 1 cucchiaio da tè
Harissa marocchina forte
Preparazione
  • 1

    Come primissima cosa indossate due paia di guanti e per avere una sicurezza in più ungetevi le mani ed il primo strato di guanti con dell'olio extravergine d'oliva. Pulite i peperoncini piccanti rimuovendo il picciolo ed i semi.

    Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte
  • 2

    Mettete i peperoncini piccanti secchi in ammollo in acqua per 15-30 minuti o fino a che risultino morbidi e reidratati.

    Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte
  • 3

    Mettete a tostare il coriandolo, il cumino ed il carvi in una padella a fuoco vivace, quindi trasferiteli in una ciotola a freddare.

    Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte
  • 4

    Strizzate bene i peperoncini reidratati e tritateli finemente con un tritatutto insieme agli spicchi d'aglio. Trasferite il trito ottenuto in una pentola.

    Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte
  • 5

    Una volta fredde, tritate finemente le spezie fino ad ottenere una polvere fine.

    Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte
  • 6

    Aggiungete l'olio extravergine d'oliva ed iniziate a scaldare il composto.

    Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte
  • 7

    Nel frattempo tritate anche i peperoncini freschi preparati in precedenza, aggiungendo a piacere altri peperoncini per regolare l'intensità della piccantezza del composto.

    Harissa marocchina forte
  • 8

    Aggiungete il trito di peperoncini freschi alla pentola, aggiungete il sale e le spezie.

    Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte
  • 9

    Lasciate cuocere l'harissa per 15-20 minuti a pentola scoperta e mescolando continuamente.

    Harissa marocchina forte
  • 10

    Al termine della cottura decidete se frullare l'harissa o mantenerla più grossolana. Utilizzate immediatamente l'harissa o conservatela in barattoli di vetro con dell'olio extravergine d'oliva a copertura.

    Harissa marocchina forte Harissa marocchina forte
Consiglio
  • Perché devo usare i guanti? È necessario?

    Sì lo è perché pulendone in grandi quantità si rischia di ustionarsi le mani.

    Quanto tempo si conserva?

    Si conserva nel barattolo un mese dalla sua apertura, lasciandolo in frigorifero e comprendolo come si fa con il pesto, volta per volta con l'olio.

    Posso utilizzare dei peperoncini secchi?

    No, perché quelli freschi contengono acqua che ci servirà per la frullata. 

    Dove trovo le spezie?

    Puoi aquistarle nei negozi specializzati in alimenti etnici o in internet.

     

Guarda anche