Questo sito contribuisce alla audience di

Zuppe e minestre

Cookaround

Minestra della sciorna

Minestra della sciorna

Dosi & Ingredienti

  • Fagioli rossi freschi già sgranati - 400 gr
  • Cipolle rosse 1
  • Salvia 2 foglie
  • Olio extravergine d'oliva (EVO) 5 cucchiai da tavola
  • Cipolle bianche 1
  • Spicchio di aglio 2
  • Lardo di maiale 100 gr
  • Carote 1
  • Sedano 1 costa
  • Concentrato di pomodoro 3 cucchiai da tavola
  • Farina 300 gr
  • Uova 1
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Attrezzature

  • Passaverdure

Preparazione

  • 1

    Cuocete i fagioli in acqua alla quale avrete aggiunto le foglie di salvia e la cipolla rossa tagliata grossolanamente; salateli solo al termine della cottura.

    Passate i fagioli con la lora acqua di cottura.

    Nel frattempo tritate fine la cipolla bianca, l'aglio, il lardo, la carota e il sedano. Fate soffriggere il trito in una teglia con l'olio d'oliva e aggiungete il concentrato di pomodoro sciolto in un bicchiere di acqua calda e fate cuocere per almeno 15 minuti, aggiustate di sale.
    Passate il tutto al passaverdure e aggiungetelo al brodo di fagioli che porterete ad ebollizione.

    Minestra della sciorna
  • 2

    Preparate i 'briciolelli' bagnando la farina con l'uovo sbattuto muovendo l'impasto con i polpastrelli.

    Minestra della sciorna Minestra della sciorna
  • 3

    Cuocete le briciole che si formano nel brodo di fagioli precedentemente preparato.

    Minestra della sciorna
  • 4

    Una variante prevede di schizzare la farina con solo acqua e passarla al passaverdura con fori grossi, le briciole che cadono si cuociono nel brodo di fagioli. Servire con un cucchiaio d'olio e un pizzico di pepe.

Note

  • Giovanni Righi Parenti, il noto storico della cucina toscana, sostiene 'sciorno' provenga dall'exornus latino volgarizzato e sta per non provvisto di pronta intelligenza. E' una pietanza in uso soprattutto nella zona di Vetulonia, ma conosciuta in tutta la Maremma dove la leggenda popolare intende per sciorna una donna, un po' sciocca che perdeva tempo in chiacchiere e appunto quando tornava a casa aveva solo il tempo di preparare 'braciolelli'. In realtà la minestra della SCIORNA è una semplice zuppa che le massaie preparavano quando avevano poco tempo a disposizione, considerando che la pasta secca è entrata nelle abitudini alimentari solo nel secolo scorso, preparare i braciolelli era il modo più veloce per fare un piatto di minestra economico e veloce.© Il Tirreno

Guarda anche