Questo sito contribuisce alla audience di

Dolci, frutta e dessert

Cookaround

Pandoro di verona

Pandoro di verona

Dosi & Ingredienti

  • 650 g di farina
  • 250 g di burro
  • 200 g di zucchero
  • 8 uova
  • 30 g di lievito di birra
  • 1/2 bicchiere di panna liquida
  • scorza di limone grattugiata
  • 1 bustina di vanillina
  • 50 g di zucchero a velo.
  • Attrezzature

  • Forno / Mattarello

Preparazione

  • 1

    Porre in un recipiente 75 g di farina con 10 g di zucchero e sbriciolarvi il lievito, poi unire un tuorlo e impastare.
    Se la pasta risulta troppo soda aggiungere un poco di acqua tiepida. Amalgamare bene gli ingredienti e mettere il recipiente in luogo tiepido (circa 18-20°) per far lievitare la pasta per circa 2 ore.
    Dopo unire al panetto lievitato 160 g di farina, 25 g di burro ammorbidito, 90 g di zucchero e 3 tuorli. Amalgamare alla perfezione gli ingredienti e rimettere la pasta a lievitare per altre 2 ore. Dopo di che unirvi 375 g di farina, 40 g di burro sempre ammorbidito, 75 g di zucchero, 1 uovo intero e tre tuorli.
    Lavorare di nuovo la pasta per amalgamare gli ingredienti e rimetterla a lievitare ancora per 2 ore. Riporre la pasta sulla spianatoia e lavorandola con forza incorporarvi mezzo bicchiere di panna, la scorza grattugiata di un limone e un pizzico di vanillina. Adesso pesare la pasta e calcolare per ogni suo kg, 150 g di burro.
    Con il mattarello stendere la pasta e fare un quadrato non molto largo, porvi al cento del burro tagliato a pezzetti e non troppo duro. Ripiegare sul burro la pasta, poi con il mattarello stenderla e piegarla in tre, stenderla ancora e ripiegarla in tre. Lasciarla riposare per circa 30 minuti.
    Trascorso questo tempo stendere nuovamente la pasta, piegarla in tre, stenderla ancora, ripiegarla in tre e lasciarla riposare per altri 30 minuti. Nel frattempo imburrare 2 stampi a pareti alte, scannellate, senza buco centrale e spolverizzarli con il restante zucchero semolato. Mettere la pasta sulla spianatoia, lavorarla ancora per qualche minuto con mano leggera, facendola roteare su se stessa e spolverizzando, se necessario, la spianatoia con un poco di farina.
    Fare con la pasta due palle e metterle negli stampi già pronti; la pasta dovrà arrivare circa a metà altezza degli stampi. Porli in luogo tiepido a lievitare fino a che la pasta sarà arrivata al livello dello stampo. Mettere allora gli stampi in forno già caldo a 190° per circa 40 minuti.
    A metà cottura abbassare un poco il calore per far cuocere i dolci bene anche all'interno senza colorire troppo. Appena pronti sfornarli, metterli su un tovagliolo e farli raffreddare. Spolverizzarli con zucchero a velo.

Guarda anche