Questo sito contribuisce alla audience di

Secondi piatti

Cookaround

Pollo con salsa thailandese

Il pollo con salsa thailandese è un secondo piatto particolarmente adatto a coloro che amano il piccante.Abbiamo trasformato un triste pollo lesso in una prelibatezza tutta da gustare, il trucco è la salsa: un composto equilibrato che racchiude il piccante dei peperoncini, l'aspro del lime, il dolce dei cipollotti e dello zucchero e la sapidità della salsa di pesce...
Pollo con salsa thailandese

Dosi & Ingredienti

  • Dosi per 4 persone
  • Difficoltà bassa
  • Preparazione 20 min
  • Cottura 40 min
  • Costo basso
  • Reperibilità Alimenti media
  • AGGIUNGI AL TUO RICETTARIO
  • Pollo 2 kg
  • Carote 2
  • Cipolle 1
  • Sedano 2 coste
  • Pepe misto in grani - ½ cucchiai da tavola
  • Spicchio di aglio in camicia - 2
  • Sale q.b.
  • Per la salsa

  • Cipollotti tritati - 2
  • Peperoncino rosso piccante 1 cucchiaio da tè
  • Succo di limone o succo di lime - 1 cucchiaio da tavola
  • Salsa di pesce 1 cucchiaio da tavola
  • Zucchero 1 cucchiaio da tè
  • Attrezzature

  • Ciotola / Pentola a pressione / Spremiagrumi

Preparazione

  • 1

    Ponete il pollo in una pentola a pressione con le carote, la cipolla ed il sedano. Aromatizzate con dei grani di pepe misto, un paio di spicchi d'aglio in camicia e poco sale.

    Pollo con salsa thailandese Pollo con salsa thailandese
  • 2

    Riempite la pentola a pressione d'acqua a copertura del pollo, chiudetela e ponetela sul fuoco.

    Fate cuocere il pollo circa 40 minuti da quando la pentola inizia a fischiare.

    Al termine della cottura, prelevatelo dalla pentola a pressione e sezionatelo in pezzi e mettetelo da parte.

    Pollo con salsa thailandese Pollo con salsa thailandese
  • 3

    Realizzate, ora, la salsa d'accompagnamento: spremete il succo dal lime (circa un paio di cucchiai) e trasferitelo in una ciotola.

    Pollo con salsa thailandese
  • 4

    Pulite i cipollotti, rimuovete le foglie esterne e tritatelo il più finemente possibile ed unitelo alla ciotola con il succo di lime.

    Pollo con salsa thailandese Pollo con salsa thailandese
  • 5

    Unite alla ciotola con i cipollotti anche la salsa di pesce e mescolate bene per amalgamare bene i sapori.

    Pollo con salsa thailandese Pollo con salsa thailandese
  • 6

    Tritate finemente i peperoncini ed unite anch'essi alla salsa, qualora la salsa risultasse troppo densa e asciutta, allungatela con altro succo di lime e salsa di pesce.

    Pollo con salsa thailandese Pollo con salsa thailandese
  • 7

    Raggiunta la consistenza desiderata unite lo zucchero alla salsa, mettete la salsa da parte a riposare e ad insaporirsi.

    Nel frattempo lavate qualche foglia di lattuga romana, o altra insalata a piacere, tagliatela e disponetela nel piatto da portata.

    Pollo con salsa thailandese Pollo con salsa thailandese
  • 8

    Adagiatevi sopra i pezzi di pollo e irrorate il tutto con la salsa tailandese realizzata in precedenza.

    Pollo con salsa thailandese Pollo con salsa thailandese

Note

  • La salsa di pesce è un condimento derivato da pesce che ha subito un lungo processo di fermentazione. È un ingrediente essenziale in molti piatti, zuppe e curry indocinesi e sostituisce il sale.È un ingrediente base per molte cucine come quella vietnamita, thailandese, laotiana, cambogiana, filippina, cinese e altri paesi del Sud-Est Asiatico.Ce ne sono di molte varietà: forti e meno forti, alcune sono fatte con pesce crudo, altre con pesce essiccato, alcune con vari tipi di pesce, altre con solo una varietà.La "salsa di pesce" asiatica potrebbe essere una lontana cugina dell antico e scomparso Garum al tempo dell'Impero Romano. Il garum era una salsa liquida di interiora di pesce e pesce salato che gli antichi Romani aggiungevano come condimento a molti primi piatti. Alcuni sostengono fosse simile alla pasta d'acciughe, altri al liquido della salamoia delle acciughe sotto sale, ma molto probabilmente, durante i vari processi di lavorazione, si sarebbe potuto produrre entrambe le varietà, e quasi sicuramente ogni regione dell'Impero aveva la sua variante, probabilmente in base al pescato. Nell'Italia odierna si trova invece la più classica pasta d'acciughe, un composto di alici essiccate e fermentate sotto sale poi private della testa e deliscate e successivamente tritate fino a rendere il composto cremoso.La variante italiana che si avvicina di più alla "salsa di pesce" asiatica è molto probabilmente la Colatura di alici di Cetara, una salsa liquida trasparente dal colore ambrato che viene prodotta da un tradizionale procedimento di maturazione delle alici.

Guarda anche