Spaghetti aglio, olio e peperoncino

Gli spaghetti con aglio, olio e peperoncino, un piatto che soddisfa in pieno la fame e la voglia di qualcosa di buono, soprattutto se non si è degli assi in cucina... Non ci sono regole sull'uso del peperoncino né su quelle dell'aglio: forse per questo è così amato!

Guarda le foto della ricetta

Difficoltà

2

Reperibilità alimenti

2

Tempo di realizzazione

5 minuti

Tempo di cottura

15 minuti


Ingredienti per 4 persone

400 g di spaghetti, 100 g di pangrattato, 100 g di parmigiano grattugiato, 4 spicchi d'aglio, 2 peperoncini, olio extravergine d'oliva quanto basta sale

Preparazione "Spaghetti aglio, olio e peperoncino"

Ponete una pentola colma d'acqua salata sul fuoco, quando l'acqua spicca bollore tuffatevi gli spaghetti.

Affettate finemente gli spicchi d'aglio; ponete sul fuoco una generosa quantità d'olio in una casseruolina.

Quando l'olio sarà caldo, aggiungetevi l'aglio affettato ed uno o due peperoncini tagliati a pezzetti.

Non appena l'olio inizierà a sfrigolare, spegnete il fuoco e lasciate l'aglio ed i peperoncini in infusione nell'olio caldo.

Scaldate un giro d'olio in una padella, quindi versateci abbondante pangrattato e lasciatelo arrostire.

Scolate la pasta al dente e trasferitela nella padella con il pane abbrustolito, saltate il tutto brevemente.

A questo punto non vi resta che aggiungere l'olio che avrà preso tutti gli aromi dell'aglio e del peperoncino e un'abbondante spolverata di parmigiano grattugiato; mescolate bene.

Servite gli spaghetti aglio, olio e peperoncino aggiungendo a piacere un giro d'olio extravergine a crudo ed un'ulteriore spolverata di parmigiano grattugiato.


Apparecchiatura:

Per il pentolino e la padella si ringrazia Moneta


Note:

 Gli spaghetti sono il simbolo della cucina italiana nel mondo e hanno conosciuto una diffusione incredibile senza troppa pubblicità. In America è famoso l'aneddoto che vuole il presidente Jefferson grande fan degli spaghetti, di cui fece importare quantità industriali incoraggiandone l'inserimento sulle tavole americane. In Italia abbiamo le varietà più diverse di spaghetti in base alla locazione geografica, da nord a sud possono cambiare lo spessore e i nome ma il concetto resta sempre unico: gli spaghetti sono una invenzione tutta italiana, passati da elemento prettamente regionale a vero e proprio termine ufficiale sui dizionari di tutto il mondo. 

Commenta 6 Commenti Stampa testo Stampa Invia mail
antonellina58 antonellina58 05 dicembre 2012 19.02
Copanella sei la schiettezza fatta persona!
Io preferisco il classico spaghetto con aglio olio peperoncino e se proprio voglio esagerare a mio marito la faccio con un po' di prezzemolo tritato e basta.
Non credo che i commenti se li scrivano tra di loro perché ipertesa e Ropa sono utenti che postano ricette sul forum, e che ho letto spesso, però condivido con te il fatto che questo piatto di bello non ha proprio nulla! poi "forse" è buono...
...chissà!
Ciao copanella al tuo prossimo commento
Antonellina
copanella copanella 13 novembre 2012 11.43
Carfissimo e gentgilissimo Luca, sei rfiuscito a fare di una piatto semplice ed appetitoso una schifessa, esclusa la Graziua di Dio. Hai abboffato gli spaghetti di olio cotto e crudo in quantità industriale rendendo già per questo gli spaghetti immaggiabili; hai tagliato a scaglie sottili l'aglio che quindi non si può scartare e sarà ingerito con tutto l'acido croelico che ha raccolto nella frittura, se pur breve; hai inserito il pan grattato assorbendo l'olio fritto trasformando il tutto in una poltiglia, e - dulcisi in fundo - hai messo sopra il parmigiano che in questa preparazione rappresenta una vera bestemmia. Ciononostante tutti a dire buono e bello. Ho il sospetto che i commenti ve li scrfivete da soli.
Non me ne volere perchè mi sei simpatico e ti vopglio bene.
luca luca 08 novembre 2012 08.50
elrod
grazie mille per i video. penso che dovresti mettere questi video su youtube in hd perche scarica piu veloce, non devi servire il contenuto, e ancora avrai tanti piu visti li. sopra tutto fai grande ricette. grazie mille ancora!

IL canale su Youtube lo abbiamo aperto da poco: http://www.youtube.com/cookaroundtv
elrod elrod 08 novembre 2012 00.17
grazie mille per i video. penso che dovresti mettere questi video su youtube in hd perche scarica piu veloce, non devi servire il contenuto, e ancora avrai tanti piu visti li. sopra tutto fai grande ricette. grazie mille ancora!
ipertesa ipertesa 03 novembre 2012 15.04
Questa la devo provare, dalle mie parti è un classico, ma le varianti mi incuriosiscono e sono proprio appetitose, io aggiungo giusto un po' di pepe rosso.
ropa55 ropa55 26 ottobre 2012 08.17
Ma che faccia sodisfatta che avevi alla fine della cottura......ti mancava solo la bavetta.

Voto medio (4.20)
Vota