COOKAround logo Cook around


Pagina 1 di 8 1234567 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 73
  1. #1
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Torino
    Messaggi
    9,650

    Parigi a modo mio!!!

    Buongiorno forum!!!

    Oggi scrivo per raccontarvi la mia esperienza parigina! Ebbene sì, per il mio programma di dottorato di ricerca è "fortemente consigliato" un periodo di permanenza e di ricerca all'estero, io ho avuto un gran (_|_) e lo sto facendo nella Ville Lumière!!!
    Per il momento sto qui per 4 settimane (di cui una è già passata) poi si vedrà a seconda dei risultati ottenuti!

    Userò questo post, sperando di fare cosa gradita, per annotare la mia personale esperienza: scrivere di cosa ho visitato, dove ho mangiato eccetera...

    Partiamo dall'alloggiamento... Io ci sto 4 settimane quindi ho preso un piccolo studio. Ci sono state un po' di incomprensioni con i miei tutor parigini quindi non ho avuto accesso alla residenza universitaria. Facendo tutto all'ultimo minuto ho trovato solo questo studio di 17m2 nel 17mo arrondissement per la modica cifra di 850€... Ammetto che sono partita un po' prevenuta... L'appartamentino invece si è dimostrato accogliente e ben attrezzato (c'è un armadio a muro, uno scaffale con una scrivania ribaltabile, una mini mini cucina con tutto il necessario tranne un forno ma con microonde e macchinetta nespresso, un letto che mi sono fatta attrezzare doppio, un camino, la tv ed il bagno con un micro lavandino ed una doccia). Lenzuola, asciugamani, strofinacci, presine, stoviglie e qualcosina da mangiare era tutto presente. C'è anche un'aspirapolvere...



    Lo studio si trova in rue de Lévis, nel 17mo arrondissement che è una via molto particolare... Per la maggior parte della sua lunghezza è pedonale, e l'attrazione tipica sono i negozi che si affacciano sulla via che formano un grande mercato, prolungando all'esterno sulla strada il loro spazio espositivo. Ci sono negozi di ogni tipo ed è veramente caratteristico!!!

    La cosa che mi piace molto è che non ci sono folle di turisti quindi è un quartiere tranquillo in cui si vede uno scorcio di vera vita parigina

    I primi giorni mi sono ambientata, ho acquistato la carta su cui caricare l'abbonamento settimanale della metro, sbrigato tutta la burocrazia universitaria e così via...

    Mercoledì 31 è arrivato il fidanzato, approffittando del we lungo è venuto a trovarmi ed abbiamo fatto i turisti!!!

    Prima di cominciare vi metto qualche considerazione generale:
    • Se visitate da 1 a 5 giorni comprate la Paris Visite card, vi permette di viaggiare illimitatamente sui mezzi pubblici e vi permette di avere accesso a sconti con alcuni enti convenzionati. Potete sceglierla nella versione zone da 1 a 3 (solo città), o zone da 1 a 5 + aeroporti (se volete anche andare a versailles, fontainebleu, eurodisney etc). Qui le informazioni principali I titoli di viaggio della metropolitana si possono acquistare ai distributori automatici presenti in tutte le stazioni prima dei tornelli di ingresso!
    • Se state più a lungo vi conviene il pass NaviGo découverte. La carta costo 5€ e dura mi pare un anno, l'abbonamento settimanale da caricarci su è 19,15€ (dal lunedì alla domenica), quello mensile (dal primo all'ultimo giorno del mese) è intorno ai 69€
    • Se prevedete di visitare diversi musei pensate al Paris Museum Pass, si risparmia ed ha dei canali di accesso preferenziali perché non dovete usare le biglietterie facendovi risparmiare un sacco di tempo in coda.
    • Per i minori di 18 anni, e per i giovani nella fascia 18-25 anni (compresi) la stragrande maggioranza dei musei e monumenti (salvo poche eccezioni che comunque applicano una tariffa ridotta) ha ingresso gratuito!
    • Tutto gratuito o quasi anche per disabili + un accompagnatore
    • Preparatevi a camminare molto, al di là dei monumenti e dei musei è una città bella da vedere (ed i musei solitamente non sono proprio piccolini)
    • L'acqua minerale è carissima in tutta la città. Nei ristoranti se chiedete "eau en caraffe" vi portano quella del rubinetto ed è gratis (così magari potete assaggiare un bicchiere di vino), per girare vi conviene comprare una bottiglietta in un supermercato e riempirla alle fontanelle (grazie Mafi)!
    • Ci sono molte toilettes pubbliche in giro per la città e sono gratis e pulite! (grazie ancora Mafi!)
    • Con la metropolitana si gira benissimo e si arriva praticamente ovunque!!!
    • Nei bistrot è sempre esposto il menù all'esterno, personalmente diffido di quelli centrali e di quelli con i camerieri che fanno da "buttadentro": se a parigi un posto cucina bene non ha bisogno dei buttadentro. Inoltre mi sono aiutata con questo sito, incrociando con le recensioni di tripadvisor Altri indirizzi sulla guida del cavoletto di bruxelles (qui).

    Tornando al turismo...

    La prima sera il fidanzato è arrivato in gare de lyon alle 19,30, abbiamo comprato la paris visite per lui e ci siamo diretti verso la Tour Montparnasse: un palazzone di 59 piani su cui si può salire per avere una bella visuale su tutta la città! (Metro: Montparnasse Bienvenue, linee 6,12 e 4, sito internet per info: http://www.tourmontparnasse56.com/#/home). L'ascensore porta al 56 piano dove ci sono un piccolo bar ed un negozio di souvenir, il piano è completamente vetrato, poi ci sono altri 3 piani da fare a piedi per arrivare alla terrazza che è abbena riparata da dei vetri, comunque tira un'aria pazzesca. Quando si scende dall'ascensore ti fanno una foto a cui poi inseriscono lo sfondo con il panorama da guardare all'uscita, la foto te la fanno, noi li abbiamo ignorati all'uscita... La vista è ovviamente mozzafiato, tutto da lassù sembra piccolo piccolo:


    Quando siamo usciti abbiamo deciso di andare a mangiare, avevo trovato due indirizzi lì vicino che mi ispiravano (le bec rouge e le bistrot du Sud-Ouest), arrivati lì abbiamo scoperto che i due ristoranti sono uno di fronte all'altro, noi abbiamo optato per "Le bec rouge", l'ambiente è carinissimo anche se piccolino, noi siamo andati lì il mercoledì sera sul tardi e non c'era casino, nei giorni di punta probabilmente è meglio prenotare. Abbiamo ordinato un jarret de porc con purè (maiale, la traduzione letterale è articolazioni) e un souris d'agneau con purè (stinco di agnello). Entrambi erano cotti alla perfezione, le carni erano scioglievoli con un buon sughetto (molto agliato quindi se non amate l'aglio non fa per voi) e si staccavano perfettamente dall'osso! Abbiamo accompagnato le carni con due bicchieri di vino rosso (non so quale fosse, mi sono dimenticata di chiedere). Alla fine abbiamo preso anche una cremè brulée al cioccolato e ce la siamo divisa! Il conto è stato onesto, 51€ in due tutto compreso!

    Il giorno successivo decidiamo di farci un bel giro per la città, vi mostro sulla cartina il percorso che abbiamo fatto (non riesco ad incorporarla):
    http://goo.gl/maps/ylk8P
    Prima di tutto abbiamo fatto colazione in panetteria con pain au chocolat e cioccolata calda per me, caffè per il fidanzato, poi abbiamo preso la metro linea 3 e siamo scesi alla fermata "art e métiers". Da lì abbiamo camminato lungo rue beaubourg (passando davanti al centre pompidou) fino all'hotel de ville:

    Poi abbiamo passato un ponte per arrivare sull'ile de la cité (il palazzo in fondo è la conciergerie):

    E siamo arrivati a Notre-Dame:

    Ci siamo messi in coda per entrare, l'ingresso è gratuito e la coda era abbastanza scorrevole nonostante i soliti furbetti (di tutte le nazionalità)... La visita è fai da te (ovviamente ci sono le immancabili audioguide) ma durante la settimana ed i we un'associazione ne organizza anche di guidate gratuite in diverse lingue (ci sono gli orari sul sito, ma è meglio chiamare per conferma). Ecco una foto dell'interno:

    La cattedrale è veramente immensa!!! E le vetrate sono molto belle!!!
    Finito il giro siamo usciti e volevamo salire sulle torri (400 gradini circa, il biglietto costa 8.50€) ma la coda era lunga e sembrava ferma, per cui abbiamo desistito (e meno male visto ciò che abbiamo fatto dopo)...
    Quindi abbiamo costeggiato la cattedrale,

    dirigendoci verso la graziosa isoletta di Saint-Louis.
    Questa piccola isoletta è molto carina e caratteristica, è piena di localini e negozietti interessanti, ce n'è uno che ha delle caccavelle originalissime (si chiama Pylones e sta al 57 di rue Saint Louis en ile)!!!
    Notre dame dalla senna:

    Arrivati al fondo dell'isoletta siamo andati verso l'institut du monde arabe, che sta proprio di fronte alla finestra del mio ufficio
    Il palazzo è caratterizzato da una facciata (che sta sul cortile e non verso la senna) con delle finestre aventi dei diaframmi che si aprono e si chiudono a seconda della luce:

    Particolare:

    Ci siamo quindi inoltrati nel quartiere latino fino ad arrivare vicino al Pantheon. Prima del famoso pantheon però trovo che questa chiesetta, la parrocchia di Saint Etienne du Mont, se è aperta andateci, ne vale veramente la pena!!!

    E poi il Pantheon, luogo per celebrare i grandi uomini e donne francesi.

    Siamo entrati a visitare anche questo, (8,50€ il biglietto), dentro è un ambiente ampio con degli affreschi (il tutto è piuttosto recente), sotto la cupola c'è un pendolo di Faucalt che segna l'ora. Nel sotterraneo c'è la cripta che accoglie le spoglie degli uomini della rivoluzione ed i grandi francesi (alcuni esempi sono voltaire, russeau, braille, pierre e marie curie).
    Uscendo questa è la vista:

    Siamo quindi scesi lungo la via in foto fino ai jardin du luxembourg.

    Dei magnifici giardini (non oso immaginare cosa sono in primavera) in cui si può passeggiare, soffermarsi eccetera, adiacenti al palazzo luxembourg:

    Che in pratica è il Senato francese C'erano semplicemente 2 gendarms all'ingresso del palazzo Pensate cosa sarebbe in Italia passeggiare nei giardini di Montecitorio
    Da lì ci siamo diretti verso la parrocchia di Saint Sulplice perché volevo provare i croissant di Pierre Hermé, però non mi ero segnata l'indirizzo esatto e non ho trovato il negozio salvo poi scoprire che era lungo la via da dove siamo arrivati, giusto 2 numeri civici oltre la piazza Vabbé prima di andare via ci andrò!!!
    Ci siamo infilati in una vietta laterale alla piazza ed abbiamo pranzato alla Creperie du clown al 6 di rue de Canettes, in settimana fanno dei menù a prezzi allettanti, quel giovedì era festivo quindi nada, abbiamo preso semplicemente due galettes (cioè delle crepes un po' più spesse preparate con farina di grano saraceno, tipiche bretoni) una completa (uovo, prosciutto e emmental) una con solo uovo e prosciutto. Acqua in caraffa, servizio cortese, conto da 12,30€
    Abbiamo fatto un giretto dentro la chiesa di Saint sulplice:

    Niente di che, abbastanza ordinaria all'interno dal punto divista artistico... Abbiamo proseguito per rue St. Sulplice e poi abbiamo girato in rue Seine, fino ad arrivare al lungo senna. Questa zona è piena zeppa di localini!
    Abbiamo quindi costeggiato la senna fino ad arrivare al musée d'Orsay (se non sbaglio qui il biglietto è 9€ per le collezioni permanenti, 14€ il biglietto combinato Orsay temporaneo e permanente ed Orangerie, 12€ solo l'esposizione temporanea).

    L'esposizione temporanea al momento è l'impressionismo e la moda, a mio parere vale la pena visitarla in quanto sono esposti lì dei capolavori come le donne in giardino di monet...
    Alcuni dei quadri esposti all'interno sono ad esempio l'Olympia e le dejeuner sur l'herbe di Manet, papaveri, sudio della luce sulla cattedrale di Rouen, donne in giardino, diversi quadri di argenteuil di monet, il moulin de la galette ed innumerevoli altri quadri di Renoir, una vasta gamma di quadri contententi ballerine di Degas, una buona selezione di opere di puntinismo, un paio di quadri di Van Gogh tra cui la stanza e un autoritratto e molto altro...
    Oltre alla magnifica architettura del luogo... Questa è una foto di montmartre da una delle finestre del museo:

    Stanchi morti siamo tornati verso casa ed abbiamo mangiato in un bistrot in rue de levis, le bistrot de l'1-D. abbiamo preso uno spezzatino di pollo al limone con fagiolini e un filetto di maiale con salsa al gorgonzola e un bicchiere di vino rosso corposo. Conto sui 36€.

    Il venerdì le previsioni erano impietose. Visto che il Louvre apre in notturna (cioè chiude alle 21:45 anziché alle 18) il mercoledì ed il venerdì decidiamo di andare lì (biglietti alle esposizioni permanenti 11€, temporanea 12€, combinato 15€). Arriviamo lì con calma intorno alle 11 e cominciamo la visita dalla mostra temporanea, che in questo momento riguarda raffaello: bellissima. Prima di entrare però abbiamo lasciato le giacche al guardaroba che è gratuito.
    Dopo la mostra di Raffaello abbiamo cominciato il giro partendo dalla stortia del louvre ed il louvre medievale, proseguendo per l'arte greca, le statue del canova e di michelangelo, i dipinti italiani e spagnoli, i grandi dipinti francesi, di nuovo arte greca, arte egizia, altri dipinti francesi, arte fiamminga, olandese e germanica, gli appartamenti di Napoleone III ed infine l'arte orientale e soprattutto mesopotamica. Il posto è immenso, non lineare quindi individuare un percorso logico che non preveda ripetizioni di sale è impossibile. Dato che era segnato il divieto di portarsi cibo e bevande all'interno l'ho seguito, sbagliando, perché tutti avevano la propria bottiglia di acqua nello zaino ed i due punti ristoro allestiti non sono assolutamente sufficienti a servire l'enorme affluenza (a parte i costi ovviamente). Il primo punto ristoro che abbiamo incontrato è vicino ai dipinti italiani, moooolto sacrificato, con l'obbligo di aspettare che il cameriere ti faccia accomodare al tavolino.
    Il secondo in teoria doveva essere più grande, con lo stesso metodo di accoglienza, in realtà era una minuscola saletta. Curato dal café Angelina, caratterizzato da un servizio estremamente lento Mi sono comuqnue voluta fermare verso le 4 perché non ne potevo proprio più e avevo bisogno di stare un po' seduta, ci siamo fatti almeno 20 minuti di coda ed avevamo solo 5 persone davanti. Una volta dentro il cameriere è stato efficientissimo a prendere le ordinazioni ed a portarci quello che avevamo chiesto (un caffé con latte, un té ed una tortina al limone) ma poi si è dimenticato di noi... Cosicché non potevamo chiedere il conto e quindi andarcene e liberare il tavolo per i poveretti in coda fuori... Non ho preso la famosa cioccolata perché avevo sete e quindi non era la scelta giusta...
    Comunque 19.50€ che avrei anche speso volentieri se il servizio fosse stato inecepibile...
    Ecco qualche foto fatta dalle finestre delle sale:


    Siamo usciti intorno alle 18.30 sfiniti!!!!!



    Siamo quindi andati a cercarci da mangiare nei dintorni, e ci siamo fermati al café Blanc (10 rue Croix des Petits Champs), abbiamo preso un filetto di pesce (branzino) arrostito con semi di sesamo e verdure miste, un piatto di anatra al miele e lamponi con patate, un bicchiere di vino rosato. Spesa intorno ai 37€. Servizio cordiale e rapido ma non invadente
    Una volta rifocillati abbiamo preso la linea 1 fino a charles de Gaulle-Etoile ed abbiamo visitato l'arco di trionfo

    Per salire in cima queste sono le scale:

    Poi in cima, tirava un'aria gelida ma la vista era questa (esempio degli champs elysées):

    Poi abbiamo fatto una passeggiata lungo gli champs elysées fino al grand palais, dove abbiamo preso la metropolitana per tornare a casa...

    Sabato il programma prevedeva versailles... Ma eravamo troppo scassati, quindi decidiamo di rimanere in città e fare in modo di camminare poco...
    Facciamo una piccola colazione a casa e ci dirigiamo verso la Sainte Chapelle, quindi prendiamo la metro, facciamo un cambio e scendiamo a chatelet. Usciamo dalla metro e vediamo questa torre in mezzo ad un piccolo giardinetto...
    Decidiamo di dare un'occhiata: si tratta della tour de Saint Jacques. Veramente molto carina:

    Torniamo quindi a dirigerci verso la Sainte Chapelle... Eravamo indecisi sul fatto di visitare o no anche la conciergerie, ma era chiusa per l'allestimento di una mostra quindi non abbiamo dovuto decidere
    Per entrare alla Sainte Chapelle si passa un controllo stile aeroporto in quanto si trova nel cortile del... Palazzo di giustizia di Parigi:

    Da fuori si vede chiaramente lo stile gotico a cui appartiene questa cappella.
    Comunque siamo entrati in questa piccola chiesetta su due piani... Il piano sotto è molto basso e medievale, evidentemente ancora da restaurare, con il classico bookshop ai souvenirs più improbabili.
    Il piano sopra ti lascia letteralmente a bocca aperta!!!!

    Le vetrate sono appena state restaurate, tramite un lavoro minuzioso di pulizia di ogni singolo componente (c'era un video che mostrava i restauratori all'opera). La fine dei lavori di restauro delle vetrate è prevista nel 2014, ma già così merita davvero!!! E questa era una giornata un po' nuvolosa, figuratevi d'estate

    Usciti ci siamo fermati al bistrot subito di fronte, avendo consultato il menu all'esterno e trovato la formula brunch che ci ispirava assai Siamo entrati il cameriere era un po' perplesso vista l'ora (era solo l'1 dai) ma poi ci ha fatti accomodare... Ci ha portato quindi una bevanda calda (cioccolata per noi), una spremuta (si poteva scegliere tra arancia e pompelmo), un quarto di baguette, burro e marmellata, croissant (si poteva scegliere tra croissant e toast), due ovetti all'occhio di bue, tutto questo a testa, ed una piccola caraffa d'acqua. Conto 26€!
    Devo spendere due parole riguardo questo croissant. Era veramente buono... Quelli presi finora qui in francia risultavano sempre unti e con un sapore intenso di burro in bocca. Questo invece non era per niente unto al tatto, la sfogliatura era ottima, il burro c'era ma non si percepiva solo quello. Finora è il miglior croissant che abbia mai mangiato! Infatti non l'ho neanche farcito

    Poi siamo andati verso la fermata saint michel

    ed abbiamo preso la RER C fino a champ de mars-tour eiffel, in direzione del molo per fare un giro sulla senna (è tra le cose convenzionate con la paris visite).
    Ecco finalmente la famosa torre eiffel, da vicino è proprio imponente!!!

    Quindi abbiamo fatto la nostra crociera da un'ora sulla senna con le bateaux parisiens. Molto carina, piacevole l'andata, al ritorno cominciava a fare veramente freddo (ovviamente ci eravamo seduti fuori, non al coperto con le vetrate). Ed ecco una foto fatta durante la seconda inversione di marcia:


    Dopo questo giro eravamo un po' stanchi e siamo tornati verso casa per comprare un paio di ricordini che il fidanzato si è portato indietro: 2 scatoline di macarons (presi in una panetteria di rue de lévis) e del cioccolato (preso in una cioccolateria artigianale in rue de la Terrasse).

    Per cena mi ero segnata un piccolo posticino in zona Bastiglia in cui fare l'aperitivo. Si tratta di una minuscola vineria che serve anche salumi e formaggi, ed alla quale arrivano nel we le ostriche fresche dalla normandia (Le Baron rouge, 1, rue Theophile Roussel), che a me non piacciono ma al fidanzato sì. Siamo arrivati lì alle 7.30 e c'era tantissima gente, sia dentro che fuori, il fidanzato allora ha deciso di non fermarsi Avevo un altro indirizzo della zona, (Bistro paul bert, 18 rue Paul Bert) ma la cartina che avevo non aveva le vie piccoline e quindi non sapevo esattamente dov'era ed il fidanzato non voleva più camminare... Al che propone di andare verso montmartre...
    Riscendiamo in metro, facciamo due cambi, fermata anvers, ed andiamo a prendere la funicolare per salire alla basilica. Ci ritroviamo in mezzo a tantissima gente
    Facciamo un giretto nella basilica (bellissima) diamo un'occhiata al panorama della città e scappiamo per la troppa gente (non sapevamo che subito dietro la basilica fosse stracolmo di localini ed il fidanzato non voleva camminare per carcarne uno). Quindi torniamo alla metro, e ce ne torniamo verso casa, alla fine mangiamo nello stesso bistrot di due sere prima. Ordiniamo delle saucisses d'Auvergne avec aligot (delle salsicce molto particolari accompagnate da un purè con qualche tonnellata di formaggio sconosciuto per renderlo filante) ed il civet di cinghiale con le patatine al vapore accompagnato da un bel bicchiere di rosso. Decidiamo di prendere anche il dolce ordiniamo una mousse al cioccolato ed un café gourmand, cioè un caffè (equivalente al nostro lungo del bar) con l'assaggino di 3 dolci: mousse al cioccolato, creme brulée ed un macaron. Devo dire che i dolci non mi hanno entusiasmato, buoni ma niente di che. Conto intorno ai 50€.
    A proposito di cafè gourmand invece se andate verso le sacre coer cercate il bar/ristorante l'anvers du decor (32, rue d'orsel) ma non mangiateci assolutamente: ci sono andata a luglio con la mia prof. quando siamo venute per una riunione scientifica ed abbiamo preso pollo ed hamburger ed erano pessimi... In compenso ci siamo divise un café gourmand (caffè, assaggino di mousse al cioccolato, di panna cotta alle fragole e creme brulée) ed i dolci erano eccezionali!!!

    Domenica valutiamo di nuovo l'idea di andare a versailles ma salta... Lì c'è da camminare molto... Quindi rimaniamo di nuovo in città. Prima cosa andiamo verso l'Opéra, palazzo Garnier, proviamo a visitarlo ma era già chiuso perché era in programma uno spettacolo pomeridiano


    alla ricerca di un localino che facesse un branch (quando ti servono non li trovi mai), ci siamo avventurati in rue de la Paix e siamo arrivati in place Vendome! Molto d'effetto! Soprattutto vedere che il ministero della Giustizia condivide il palazzo con il ritz hotel!

    Abbiamo girato in rue Saint-Honoré ed alla fine siamo entrati al cafè Coupe d'or... Ed abbiamo capito che era meglio se facevamo colazione a casa Il cameriere era piuttosto indispettito del fatto che volessimo fare colazione (capirai, all'1,30) e mi ha quasi assalito quando mi ha detto che non aveva più brioche... Comunque, un caffè con latte, una cioccolata con panna, due fette di pane tostato con burro e marmellata ed una mini tarte tatin... 28€ Non capisco perché il cameriere fosse indispettito... Ha lavorato molto meno e probabilmante a pranzare spendevamo uguale o meno Vabbé quando si ha fame non si capisce più nulla....
    Da lì siamo andati verso le tuileries ed abbiamo fatto una passeggiata lungo i giardini fino a place de la concorde
    Lì abbiamo preso la metro fino ad asbesses per fare un giro nel quartire di montmarte... L'unica cosa che assolutamente vi consiglio è di prendere l'ascensore a salire dalla metro in superficie... Ci eravamo stupidi di vederlo ma siamo andati tranquilli perché era appena partito... Ci siamo ritrovati in un'infinita scala a chiocciole per poi scoprire, uscendo, che si tratta della stazione più profonda della città...
    Da lì ci siamo addentrati nei vicoletti di montmartre, quartiere pittoresco, arrivati nei dintorni di place du tertre ci siamo resi conto che qui è pieno di locali con dei profumi invitanti a prezzi più che ragionevoli. In più ci sono innumerevoli negozi di souvenir con stampe, ed alcuni negozietti con delle tele su cui sono ritratti dei paesaggi tipici della zona...
    Una delle viste:

    Place du tertre è piena zeppa di artisti che su richiesta (tua o loro) eseguono ritratti o caricature sul momento. Da lì abbiamo fatto una visita all'espace Dalì (biglietto intero 11€, ridotto 6€) che vi consiglio solo se siete veramente appassionati di quest'artista. Contiene qualche scultura, un video e tantissimi disegni allo stadio di schizzi... Poi c'è una galleria d'arte in cui ti vendono riproduzioni ad edizione limitata con quotazione su richiesta...
    Per riposarci un pochino abbiamo mangiato in un localino sulla piazza, si chiama la cremaillere, attirati dal banchetto di ostriche all'esterno. Abbiamo preso un piatto da sei ostriche accompagnate da un bicchiere di vino bianco e le moules frites cioè una cocotte abbastanza grande di cozze marinate accompagnate da patatine fritte e l'acqua in caraffa. Ho assaggiato le ostriche e devo dire che non fanno proprio per me... comunque conto da 19€ direi più che onesto considerando la posizione...

    Quindi siamo stati a casa ed abbiamo fatto cena lì.

    Il mattino dopo ho riaccompagnato il fidanzato in stazione, abbiamo fatto colazione da sturbucks: mai più... Il peggior caffé che abbia mai preso, ed ogni tanto il caffé all'americana lo prendo per sfizio... Non sono riuscita a finirlo... Il muffin era buono ma non eccezionale

    Poi niente durante la settimana lavoro ed a pranzo mangio in mensa, la cena cerco di farla a casa così risparmio un pochino...

    Tuttavia giovedì sera non avevo voglia di venire dirattamente a casa, quindi ho deciso di andare alle galeries lafayette, non mi aspetta altro che un centro commerciale ma volevo andare a vedere la cupola... Beh quanto mi sbagliavo!!!!

    Sono entrata ed ho subito visto un banchetto con i depliant con la pianta del magazzino, ne prendo uno lo apro e... mi rendo conto che oltre ad essere 3 edifici distinti, quello in cui mi trovavo disponeva di un totale di 8 piani!!!!
    Vedo in un'angolino la scritta pierre Hermé e vado a vedere di che si tratta, quindi scendo al piano interrato e mi trovo davanti ad un intero piano dedicato alle scarpe La cosa che mi è piaciuta particolarmente è che ci sono i negozi delle varie marche ma si percepisce un'unico ambiente... Arrivo allo spazietto di PH e niente, macarons e cioccolato ma niente croissant (non che pensi che il resto non sia buono ma adesso sto in fissa con il croissant). Torno quindi al piano terra ed arrivo alla cupola:

    Senza contare che sotto quel mega alero di Natale di Swarovski c'è il paradiso del make up Però faccio la brava e guardo solo... Salgo ancora e questa è la vista dal primo piano:


    Sono arrivata fino in cima, il 5° piano con i giocattoli è quello che mi è piaciuto di più (a parte il make up) I prezzi sono tendenzialmente folli, ma se si cerca bene c'è un po' di tutto...

    Sabato decido di andare a vedere un po' di negozi alimentari e caccavellici consigliati dalle cookine
    Prima tappa le galeries lafayette Maison. Il piano interrato è un paradiso... Ho dovuto trattenermi forte forte per non tirare fuori il portafogli

    Tentissime caccavelle di tutti i tipi tutte insieme!!!! Bellissime!!!!

    Poi da lì sono andata a piedi verso place de la madeleine passando dal boulevard des capucines, direzione Fauchon.
    Ecco la chiesa della madeleine in tutta la sua imponenza:

    Ho anche fatto un giro dentro ed è molto carina. Dagli scalini, questa è la vista su plase de la concorde e les invalides:

    E questo invece è uno scorcio sulla chiesa Saint Agostin (sempre dallo stesso incrocio):

    Sulla via che da lì porta verso place de la concorde c'è una boutique ed il ristorante Ladurée, però il negozio era pieno di gente e per il ristorante c'era la coda per entrare... Visto che tanto avevo intenzione di andare da Pierre Hermé lascio stare e vado a ficcare il naso da Fauchon. Fauchon si trova sempre in place de la madeleine ed è una gastronomia di lusso. Dentro ci si può trovare di tutto, ci sono il banco panetteria, quello pasticceria, quello con i piatti pronti da mangiare lì o portare a casa, l'angolino dei salumi, quello del salmone e del caviale e quello dei formaggi. I prezzi sono da boutique, nel secondo negozio dedicato a vini e cioccolata non sono neanche entrata (tipo 30€ per un piatto di carne con un po' di contorno riscaldati!!!!!).
    In compenso ho scoperto che alla pinacoteca comunale che si trova lì all'angolo di place de la madeleine è in corso fino a marzo una mostra su van gogh intitolata "reves de japon"... La devo inserire tra le cose da vedere...

    Da lì prendo la metro linea 12 e scendo alla fermata Rennes per andare finalmente da Pierre Hermé a Saint Sulpice per provare i suoi croissant (le viennoiseries le vendono solo due dei suoi negozi parigini). Pregustandomi quel bel croissant faccio la passeggiata fino lì passando in rue de Rennes, zona che si è rivelata essere molto commerciale e molto carina Ho intravisto anche un bel negozio di caccavelle ma ci sono rimasta lontana per salvaguardare il portafogli...

    Arrivo in rue bonaparte e c'è la coda per entrare. Mi metto in fila pazientemente, entro, chiedo due croissant e... Erano finiti Era troppo tardi. Per consolarmi prendo 4 macarons ai gusti crème brulée, caramel à la fleur de sel, chocolat e citron (limone).

    Esco dal negozio ed ha cominciato a piovere (ovviamente avevo lasciato l'ombrello a casa) quindi prendo la metro e me ne torno a casa dove mangio i macarons con una tazza di tè per merenda. Devo ammettere che sono proprio buoni... Pieni di farcitura e dai gusti intensi e riconoscibili... Tuttavia nei prossimi giorni voglio comprare dei gusti simili nelle boulangerie sotto casa in modo da poter vedere se la differenza di prezzo (1.95€ l'uno) è gustificata o è solo un problema di marchio.

    Per la serata vado con la mia supervisor e la dottoranda con cui lavora a sentire un concerto nell'ambito del festival jazzycolors. Questo festival consiste in una serie di gruppi jazz e modern jazz stranieri che suonano all'interno dei vari centri culturali stranieri di parigi. Il concerto di sabato sera si teneva nella sala bizantina dell'ambasciata rumena:

    Ed a suonare era un duo rumeno che faceva una musica moooolto particolare: Spitalul Amorului

    Il concerto è durato un'ora circa, poi mi sono resa conto che ero l'unica delle 3 a non aver fatto cena (l'appuntamento era alle 19.30), quindi andiamo in un posto in cui si possa bere qualcosa ma anche mangiare qualcosina, e ci dirigiamo verso place de la Bastille.

    Lì intorno è pieno di locali, ci fermiamo in un posto che si chiama la Rotonde, io prendo un cocktail e fish & chips, le altre solo da bere. Il locale è carino, a parte la cameriera che ci ha serviti che era a dir poco imbarazzante sia per l'abbigliamente che per il modo di fare...

    La domenica invece passo la mattina a dormire (avevo un po' di arretrato da recuperare) poi nel pomeriggio decido di andare al musée marmottan monet. Beh, consiglio a tutti vivamente di andarci!!!!! Il museo non è in centro città ed è poco pubblicizzato quindi si fa pochissima coda per entrare (io zero) e si gira benissimo. Non è molto grande ma contiene molte opere, diciamo che bisogna contare 1 o 2 orette di visita a seconda di quanto vi piace soffermarvi sui dipinti!

    Si trova in una bellissima villa ottocentesca con un buon numero di arredi dell'epoca. Il biglietto intero costa 10 € e comprende sia le collezioni permanenti che quelle temporanee...
    Le temporanee in questo momento sono due una su Henri Rouart (impressionista meno conosciuto ma meritevole a mio parere) e l'altra sui pittori fiamminghi dell'epoca baroocca.
    Le collezioni permanenti comprendono una sala medievale con molte miniature, una buona selezione di dipinti di berthe morisot, unica pittrice impressionista, un paio di quadri di sisley e tantissimi quadri di monet (saranno stati una ventina se non di più) compresi divere ninfee, iris, rose, una tavola della cattedrale di rouen ed il quadro che ha dato il nome al movimento impressionista: Impression, Soleil levant.

    Al ritorno ho fatto una passeggiata fino alla fermata della metro 9 (ero arrivata in bus) ed uscendo dalla mia solita fermata della metro ho notato questo negozio "Le notre" e sono andata a curiosare: si tratta di una gastronomia in stile fauchon ma più piccolina. Ho preso una monoporzione di torta Opera per la merenda, un mini croissant ed un mini pain au chocolat per la colazione di domani e una mezza baguette.

    Ecco la mia merenda:





    Questo è quello che ho fatto finora, tra le cose che non mi voglio perdere nelle prossime settimane ci sono (non in ordine):
    • Tour eiffel
    • Musée de l'Orangerie
    • L'interno dell'Opéra
    • La sezione gourmet delle galeries lafayette
    • G.Detou
    • Il parco Monceau vicino a casa mia
    • Magari il ristorante russo che ho trovato vicino allo studio
    • Grand Palais e Petit Palais più da vicino
    • Il musée des Arts et metiers
    • musée rodin
    • Il moulin rouge
    • Versailles

    Poi aggiungo man mano che mi viene in mente
    L'unica cosa che mi dispiace è che avendo saltato versailles il primo we non posso andare a eurodisney Mi sarebbe piaciuto molto

  2. #2
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Palermo
    Messaggi
    4,117
    Inserzioni Blog
    35

  3. #3
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Torino
    Messaggi
    9,650
    Citazione Originariamente Scritto da ksei oggi Visualizza Messaggio
    ora è tardi e fra poco vado a nanna...ma domani leggo tutto con calma e per benino
    Intanto continuo ad aggiungere... Ho inviato perché avevo paura che ad un certo punto si cancellasse tutto...

  4. #4
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    1,256
    Citazione Originariamente Scritto da chiara86 Visualizza Messaggio
    • L'acqua minerale è carissima in tutta la città. Nei ristoranti se chiedete "eau en caraffe" vi portano quella del rubinetto ed è gratis (così magari potete assaggiare un bicchiere di vino), per girare vi conviene comprare una bottiglietta in un supermercato e riempirla alle fontanelle (grazie Mafi)!
    • Con la metropolitana si gira benissimo e si arriva praticamente ovunque!!!

    Continua...
    Grazie a te Chiara per avermi citato! Era un'informazione data su un altro post, ma può effettivamente tornare utile a chi si avventura per Parigi...! Io ci son stata sei giorni a maggio scorso, prima volta...e spero non ultima! Sì, le fontanelle sono davvero utili e, te ne sarai resa conto andando in giro, ce ne sono tante! E i bagni sparsi per la città? Gratis e puliti dopo ogni uso.... Utili anche quelli, no? Sopratutto per chi sta tutto il giorno in giro e non ha la possibilità di tornare in albergo a fare...plinplin...!!
    Scusa Chiara...ti sto invadendo la discussione!
    Aspetto di leggere ancora il tuo reportage, potrebbe essermi utile alla prossima gita a Paris!!
    Ciao, buona permanenza, in bocca al lupo per il dottorato. Mafi

  5. #5
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Torino
    Messaggi
    9,650
    Citazione Originariamente Scritto da mafi Visualizza Messaggio
    Grazie a te Chiara per avermi citato! Era un'informazione data su un altro post, ma può effettivamente tornare utile a chi si avventura per Parigi...! Io ci son stata sei giorni a maggio scorso, prima volta...e spero non ultima! Sì, le fontanelle sono davvero utili e, te ne sarai resa conto andando in giro, ce ne sono tante! E i bagni sparsi per la città? Gratis e puliti dopo ogni uso.... Utili anche quelli, no? Sopratutto per chi sta tutto il giorno in giro e non ha la possibilità di tornare in albergo a fare...plinplin...!!
    Scusa Chiara...ti sto invadendo la discussione!
    Aspetto di leggere ancora il tuo reportage, potrebbe essermi utile alla prossima gita a Paris!!
    Ciao, buona permanenza, in bocca al lupo per il dottorato. Mafi
    Io ero già stata a parigi un paio di volte e non sapevo dell'acqua in caraffa... Quando l'ho letto ho tirato un bel sospiro di sollievo!!!
    Alle fontanelle sinceramente non ci ho fatto molto caso visto che (sbagliando) tendo a bere poco e quando fa freddo ancora meno... Però sono sicura che ci sono. Bagni pbblici ne ho visti moltissimi ma non mi è capitato di doverli usare... Aggiungo poi anche questa informazione!!!

    Grazie a te!!!

    Continuo domani, ora vado a nanna!

  6. #6
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    1,256
    Citazione Originariamente Scritto da chiara86 Visualizza Messaggio
    Io ero già stata a parigi un paio di volte e non sapevo dell'acqua in caraffa... Quando l'ho letto ho tirato un bel sospiro di sollievo!!!
    Alle fontanelle sinceramente non ci ho fatto molto caso visto che (sbagliando) tendo a bere poco e quando fa freddo ancora meno... Però sono sicura che ci sono. Bagni pbblici ne ho visti moltissimi ma non mi è capitato di doverli usare... Aggiungo poi anche questa informazione!!!

    Grazie a te!!!

    Continuo domani, ora vado a nanna!
    Anche io vado...è ora di dormire!
    Ciao, ti leggerò domani. Mafi

  7. #7
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    TOLENTINO
    Messaggi
    1,330
    Sempre bellissima la ville lumiere....ammetto che ti sto invidiando(nel senso buono)un pochino!continuerò a seguire i tuoi resoconti
    JE T'AIME COOK!!! mariarosamariarosamariarosa

    Solo gli imbecilli non sono golosi.
    Sì è golosi come si è artisti,come si è istruiti,come si è poeti.
    Guy de Maupassant

  8. #8
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    (France)
    Messaggi
    181
    Ciao Chiara, e benvenuta nella Ville Lumiere ... io ci vivo da 5 anni (ora sono in banlieu) ma lavoro in pieno centro (ai magazzini Printemps)... che dire ... una gran bella città, l'unica pecca sono un po' gli abitanti e il meteo , ma se si fa un po' di ASTRAZIONE si sta molto molto bene...
    Ho visto che citavi un ristorante del SUD OUEST... io ti consiglio di visitare CHEZ PAPA in rue de l'Arcade... veramente buono... ambiente conviviale, piatti belli robusti e si esce sempre contenti. Se vuoi prendere un bicchiere di vino ti consiglio il Madiran Barrejat...
    Se vuoi qualche consiglio su altri posti dove mangiare scrivimi pure, posso consigliarti dalla RESTAURATION RAPIDE ai ristorantini GIAPPONESI veraci a dove trovare una bella entrecote...
    Non esitare se hai bisogno di info... ho anche scoperto un negozietto dove puoi trovare prodotti tipici italiani (formaggi, salumi etc etc)
    Ciao

    Davide
    Davide

  9. #9
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Mogliano Veneto (TV)
    Messaggi
    2,104
    che bello!! sono contenta per te, sarà un'esperienza indimenticabile!!!!

    io a Parigi ho fatto la prima vacanza pagata da me con mio moroso.
    è semplicemente magica, spettacolare. comodissima da girare grazie alle 14 linee della metro.
    poi che dire dei parchi dove poter passeggiare in tutta calma o oziare sulle panchine. uno spettacolo.

    ricordo con tanto piacere anche l'esperienza a disneyland alla quale essendo la non ho voluto rinunciare (ho scelto tra quello ed uno spettacolo al mouline rouge): è proprio una magia, si torna bambini e si sogna ad occhi aperti

    mi dispiace solo non aver mai mangiato fuori, per risparmiare siamo andati avanti a hot dog a pranzo i paninetti che trovi sulle bancarelle... l'unica cosa senza burro . per cena avevamo il nostro appartamento.

    racconta racconta, ti seguirò con piacere, e un pizzico di nostalgia
    PAM


  10. #10
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Palermo
    Messaggi
    4,117
    Inserzioni Blog
    35

Pagina 1 di 8 1234567 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •