Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Napoli
    Messaggi
    98
    Inserzioni Blog
    3

    Arrow Babà Napoletano

    Ingredienti :
    Per la pasta :
    300 g di farina ; 70 g di burro ; 3 uova ; Poco sale ;
    125 g di patate ; 25 g di lievito (1 dado)
    1 cucchiaio di zucchero ; Poco latte, se occorre.
    Per lo sciroppo :
    450 g di zucchero ; 450 g di acqua ;
    1/2 bicchiere da acqua di rhum di buona qualità(o anche di più a seconda dei gusti);

    1 stampo liscio e rotondo con il buco in mezzo, da 27 cm di diametro e 10-12 di altezza.
    Procedimento :
    Un paio di ore prima di fare al pasta, togliete dal frigorifero le uova il lievito ed il burro.
    Sciogliete il lievito in una tazzina con poca acqua tiepida (attenzione che non sia troppo calda ma nemmeno troppo fredda), impastatelo in una scodella con 50 g di farina e la poca acqua che occorre, e lasciate poi lievitare, coperto in un luogo tiepido. Lessate la (o le) patata, sbucciatela e passatela, ancora bollente, due volte attraverso lo schiacciapatate. In una capace terrina preparate la rimanente farina, la patata passata, il burro ammorbidito, lo zucchero e il sale. Impastate tutto, poi aggiungete uno alla volta le uova e infine il panetto lievitato quando avrà raddoppiato il suo volume. Se la pasta non risultasse molto morbida, aggiungete poco latte e lavoratela energicamente, battendola con la mano, tanto da farla staccare in un pezzo solo dalla terrina. Ungete molto bene e completamente lo stampo; sistematevi dentro pareggiandola, la pasta; coprite, e sempre in un luogo tiepido, lasciate che raddoppi il suo volume.
    Va precisato che non è possibile stabilire con esattezza il tempo di lievitatura; esso oscilla, a seconda della temperatura, del luogo e della lavorazione, da una sola a parecchie ore. Sarà bene fare riferimento alla propria esperienza, e in ogni caso, se si tratta di un babà da mangiare freddo, di lavorarlo più tempo possibile. Quando la pasta avrà raddoppiato di volume e toccandola con un dito la sentirete morbidissima e molto spugnosa, introducete lo stampo nel forno che avrete portato a d una buon calore e, dopo una ventina di minuti, diminuite la temperatura. Il babà dovrà cuocere tutto in 3/4 di ora: dovrà apparire dorato in superficie e sarà pronto quando, infilandovi in uno stecchino, questo ne uscirà asciutto. Allora toglietelo dal forno e avvolgetelo subito in panno pulito e in una coperta di lana nella quale lo lascerete almeno un'ora. Nel frattempo preparate lo sciroppo: fate bollire per un minuto l'acqua lo zucchero, aggiungete il rhum e lasciate bollire leggermente prima di utilizzarlo. Prendete il babà senza toglierlo dallo stampo e, con l'aiuto di un cucchiaio , cominciate a versarvi sopra e lateralmente, pazientemente e più regolarmente possibile, lo sciroppo ancora caldo. Per meglio aiutarvi a far penetrare il liquido, bucherellate con uno stecchino la parte superiore. Trascorsi 10 minuti da quando avrete terminato di bagnarlo , sformate il babà in un piatto tondo nella quale entri comodamente. Se preferite potrete aggiungere nel buco del babà la crema gialla mista a della macedonia di frutta sciroppata e guarnite con delle ciliegine candite. Potrete usare per il babà anche uno stampo lavorato.
    La Cucina è un'arte dipinta nelle ricette

  2. #2
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    433

    Smile

    Citazione Originariamente Scritto da cuoco76 Visualizza Messaggio
    Ingredienti :

    Per la pasta :
    300 g di farina ; 70 g di burro ; 3 uova ; Poco sale ;
    125 g di patate ; 25 g di lievito (1 dado)
    1 cucchiaio di zucchero ; Poco latte, se occorre.
    Per lo sciroppo :
    450 g di zucchero ; 450 g di acqua ;
    1/2 bicchiere da acqua di rhum di buona qualità(o anche di più a seconda dei gusti);

    1 stampo liscio e rotondo con il buco in mezzo, da 27 cm di diametro e 10-12 di altezza.
    Procedimento :
    Un paio di ore prima di fare al pasta, togliete dal frigorifero le uova il lievito ed il burro.
    Sciogliete il lievito in una tazzina con poca acqua tiepida (attenzione che non sia troppo calda ma nemmeno troppo fredda), impastatelo in una scodella con 50 g di farina e la poca acqua che occorre, e lasciate poi lievitare, coperto in un luogo tiepido. Lessate la (o le) patata, sbucciatela e passatela, ancora bollente, due volte attraverso lo schiacciapatate. In una capace terrina preparate la rimanente farina, la patata passata, il burro ammorbidito, lo zucchero e il sale. Impastate tutto, poi aggiungete uno alla volta le uova e infine il panetto lievitato quando avrà raddoppiato il suo volume. Se la pasta non risultasse molto morbida, aggiungete poco latte e lavoratela energicamente, battendola con la mano, tanto da farla staccare in un pezzo solo dalla terrina. Ungete molto bene e completamente lo stampo; sistematevi dentro pareggiandola, la pasta; coprite, e sempre in un luogo tiepido, lasciate che raddoppi il suo volume.
    Va precisato che non è possibile stabilire con esattezza il tempo di lievitatura; esso oscilla, a seconda della temperatura, del luogo e della lavorazione, da una sola a parecchie ore. Sarà bene fare riferimento alla propria esperienza, e in ogni caso, se si tratta di un babà da mangiare freddo, di lavorarlo più tempo possibile. Quando la pasta avrà raddoppiato di volume e toccandola con un dito la sentirete morbidissima e molto spugnosa, introducete lo stampo nel forno che avrete portato a d una buon calore e, dopo una ventina di minuti, diminuite la temperatura. Il babà dovrà cuocere tutto in 3/4 di ora: dovrà apparire dorato in superficie e sarà pronto quando, infilandovi in uno stecchino, questo ne uscirà asciutto. Allora toglietelo dal forno e avvolgetelo subito in panno pulito e in una coperta di lana nella quale lo lascerete almeno un'ora. Nel frattempo preparate lo sciroppo: fate bollire per un minuto l'acqua lo zucchero, aggiungete il rhum e lasciate bollire leggermente prima di utilizzarlo. Prendete il babà senza toglierlo dallo stampo e, con l'aiuto di un cucchiaio , cominciate a versarvi sopra e lateralmente, pazientemente e più regolarmente possibile, lo sciroppo ancora caldo. Per meglio aiutarvi a far penetrare il liquido, bucherellate con uno stecchino la parte superiore. Trascorsi 10 minuti da quando avrete terminato di bagnarlo , sformate il babà in un piatto tondo nella quale entri comodamente. Se preferite potrete aggiungere nel buco del babà la crema gialla mista a della macedonia di frutta sciroppata e guarnite con delle ciliegine candite. Potrete usare per il babà anche uno stampo lavorato.
    é una ricettona

    ti posso domandare che differenza c'è tra Baba Napoletano e Baba e basta?

    grazie per questa ricetta
    Ciao

  3. #3
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    grosseto
    Messaggi
    412
    Inserzioni Blog
    1
    Me lo sono chiesto anche io!
    Anche perchè pensavo che il baba' fosse un dolce di origine napoletane!!
    NUNCY

  4. #4
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    5,895
    Inserzioni Blog
    69
    Non sapevo delle patate nel babà

  5. #5
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    COSENZA
    Messaggi
    621
    per Cuoco76

    E' La Prima Volta Che Vedo L'ingrediente "patata" Nel Baba'; Quando Lo Farai, Posterai 1 Foto?
    Bice

  6. #6
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Provincia di Taranto
    Messaggi
    90

    Thumbs up richiesta

    Ma scusa, tu ci posti questa fantastica ricetta e non ci metti neanche una foto? Per cortesia colma questa grave lacuna!
    Comunque Very Very Compliments deve essere davvero ottimo!


    Dolce Apina
    Se 6 triste, mangia un dolcetto e la vita ti sorriderà !!!

  7. #7
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Napoli
    Messaggi
    98
    Inserzioni Blog
    3

    Talking ringraziamenti

    sono veramente contento che vi piaccia la ricetta il fatto della foto è un pò complicato perchè non lo so fare.
    cmq se la prossima volta non ci riesco la inserisco nello space msn e vi accontenterò.
    grazie ancora per i complimenti e un ciao a tutte.
    La Cucina è un'arte dipinta nelle ricette

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •