theWOM
Salse e sughi

Cookaround

/5

Acquafaba

Acquafaba è un termine che indica l'acqua di cottura, o di governo, dei legumi, in particolare dei ceci, che ha la proprietà di montare a neve come gli albumi d'uovo. Si tratta di un ingrediente molto utile per chi segue una dieta vegana o è allergico alle uova, perché permette di realizzare ricette dolci e salate senza usare derivati animali.

Puoi ottenere l'acquafaba semplicemente cuocendo i ceci come tua abitudine, oppure, ancor più rapidamente, scolando l'acqua dei ceci conservati in scatola, in vetro o in tetrapack.

Prima di usare l'acquafaba nelle tue ricette, puoi aggiungere qualche goccia di succo di limone per smorzare il sapore dei ceci e un pizzico di zucchero per renderla più densa e corposa.

L'acquafaba si può usare per preparare meringhe, maionese, omelette, quiche, crêpes, frittate e molti altri piatti 

Oggi iniziamo il nostro fantastico percorso nelle ricette con acquafaba, seguici tutti i giorni per rimanere aggiornato!

Acquafaba

Dosi & Ingredienti

  • Dosi per 1 pezzi
  • Difficoltà molto bassa
  • Preparazione 5 min
  • Cottura 90 min
  • Costo molto basso
  • Reperibilità Alimenti molto facile
  • Note: + 6 ore per il raffreddamento
  • Ceci 500 gr
  • Acqua 1,2 l

Preparazione

  • 1

    Prepara l’acquafaba mettendo in ammollo i ceci secchi in abbondante acqua fredda per almeno 12 ore. 

     

     

    Acquafaba Acquafaba
  • 2

    Trascorso il tempo di ammollo, scolali, sciacquali e mettili in una pentola capiente. Aggiungi l’acqua pulita e  cuoci i ceci. Ci vorranno circa 45 minuti in pentola a pressione e un'ora e mezza in una normale pentola. 

     

    Acquafaba Acquafaba
  • 3

    Quando i ceci saranno morbidi lasciali raffreddare completamente immersi nella loro acqua di cottura fai trascorrere almeno 6 ore. Trascorso questo periodo di tempo, scolali raccogliendo l’acqua di cottura, ovvero l'acquafaba, in barattoli di vetro pulitissimi. 

     

    Acquafaba Acquafaba

Curiosità

  • Il termine acquafaba è stato coniato nel 2015 dall'ingegnere americano Goose Wohlt, unendo le parole latine aqua (acqua) e faba (fagiolo) tutto ciò perché l'acquafaba è il liquido di cottura (o di governo) dei legumi, in particolare dei ceci e dei fagioli cannellini.

Conservazione

  • Per conservare l'acquafaba, ci sono due opzioni: refrigerarla o congelarla. Se la refrigeri, devi metterla in un contenitore ermetico e usarla entro quattro o cinque giorni. Se la congeli, puoi usare una vaschetta per i cubetti di ghiaccio e poi trasferire l'acquafaba congelata in un sacchetto o contenitore apposito. In questo modo si può conservare fino a quattro mesi.

Guarda anche
Cookaround

© 2024 Mondadori Media S.p.A. - Via Gian Battista Vico 42 - 20123 MILANO, Italia - P.IVA 08009080964 - riproduzione riservata